Kartell presenta il primo mobile in bioplastica Bio-On

11 aprile 2019

A pochi mesi dall’alleanza tra Kartell, azienda iconica del design made in Ital, e Bio-on, quotata all’AIM su Borsa Italiana e attiva nel settore della bioplastica di alta qualità, che ha visto le due realtà lavorare fianco a fianco su molti fronti, in occasione del Salone del Mobile di Milano è stato resentato il primo mobile al mondo realizzato con la rivoluzionaria bioplastica di BIO-ON, completamente naturale al 100%.

La società ha scelto uno dei pezzi più rappresentativi e più venduti della sua storia, il mobile contenitore componibile disegnato nel 1967 da Anna Castelli Ferrieri e, per i suoi 50 anni, lo presenta al mercato, in vendita da subito, in una edizione totalmente eco sostenibile. La bioplastica è stata stampata a iniezione con colori naturali. Il mobile è disponibile in quattro colori: verde, rosa, crema e giallo nella versione a tre moduli.

kartell bioplastica bio on

Claudio Luti, Presidente di Kartell, dichiara: “La ricerca è la nostra missione, continuiamo a sperimentare per combinare innovazione e design. Tenendo fermi i nostri valori e lavorando su nuovi processi industriali sempre in evoluzione, siamo felici di poter raggiungere quest’anno, proprio nel nostro settantesimo anniversario, un ulteriore traguardo. Abbiamo lavorato con Bio-on per poter offrire al nostro pubblico un prodotto di altissima qualità in bioplastica e abbiamo scelto di farlo su uno dei nostri prodotti storici e tra i più riconosciuti nel mondo. La ricerca sulla bioplastica si affianca al nostro percorso di innovazione e si inserisce nel progetto “Kartell loves the planet” finalizzato a valorizzare le buone pratiche di sostenibilità”.

Marco Astorri, fondatore e CEO di Bio-on, aggiunge: “E’ uno straordinario onore per noi vedere la nostra bioplastica andare in scena con uno dei più noti brand del design italiano nel mondo e vedere l’avvio delle vendite nel corso della kermesse di riferimento per il settore. Per ricambiare la fiducia e l’attenzione ricevuta da Claudio Luti in questi mesi, abbiamo voluto dare al biopolimero utilizzato per questa specifica applicazione il nome CL, utilizzando le sue iniziali. A distanza di pochi giorni stiamo vedendo arrivare sul mercato sia la prima linea di cosmetici solari basata sulla nostra tecnologia, che il primo mobile, una evidente conferma dell’estrema versatilità che il nostro biopolimero può offrire, portando in tutti i settori i suoi straordinari vantaggi e valori”.

kartell bioplastica bio on

Condividi questo articolo
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di TecnoEdizioni maggiori informazioni

TecnoEdizioni utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o premendo su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi