A difesa dei cambiamenti climatici, stappati una birra

26 novembre 2017
A difesa dei cambiamenti climatici, stappati  una birra
FOOD
0

Nata dalle ‘torbide’ acque di calotte polari sciolte, la eco-birra ha lo scopo di richiamare le coscienze di politici (e bono solo) sui problemi ambientali

E chi l’avrebbe mai detto, è nata anche lei: la birra di protesta. Si chiama “Make Earth Great Again”, è stata lanciata dal birrificio artigianale indipendente inglese BrewDog che l’ha creata con acqua proveniente da calotte polari in scioglimento, in particolare da quelle delle aree più colpite dal riscaldamento globale. Ed ha un ‘eco-obiettivo’: salvare il clima, infatti intende globalizzare l’opinione politica e pubblica all’importanza di lottare e adottare misura cautelative contro i danni e rischi da cambiamento climatico.

L’idea di questa birra ecologica è nata dopo che gli Stati Uniti hanno deciso di ritirarsi dall’Accordo di Parigi, a scopo di protesta scritto a chiare lettere sull’etichetta: “Questa birra è amara quanto il mondo che ignora il cambiamento climatico”, oltre a un altro avvertimento/avviso e cioè che la birra “potrebbe contenere tracce di satira”.

I produttori però sono passati anche ai fatti, tanto che BrewDog dichiara avere spedito una cassa di birra “Make Earth Great Again” alla Casa Bianca per attirare l’attenzione del Presidente Donald Trump sul problema clima. La birra comunque può essere bevuta da tutti, al bar BrewDog a Shoreditch a Londra dove la ‘Make Earth Great Again’ è spillata direttamente dalla bocca di un orso polare. Inoltre, le bottiglie sono acquistabili anche sl sito BrewDog.com e in tantissimi bar e pub dedicati alle birre artigianali in tutto il mondo.

I proventi della Make Earth Great Again saranno donati a 10:10, una associazione no-profit dedicata a promuovere disegni di legge atti a contrastare i cambiamenti climatici.

 

Condividi questo articolo
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di TecnoEdizioni maggiori informazioni

TecnoEdizioni utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o premendo su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi