A Milano si parla del futuro sostenibile delle plastiche

21 marzo 2019

La Federazione Gomma Plastica e Unionplast promuovono per il prossimo 5 aprile 2019, a Milano, la prima Conferenza nazionale sul futuro sostenibile delle plastiche

La conferenza vuole essere un’occasione di incontro, dibattito e confronto con l’obiettivo di definire un percorso futuro capace di coniugare crescita economica, innovazione e sostenibilità ambientale e sociale, anche attraverso la presa di coscienza dell’importanza del comportamento corretto di cittadini e consumatori nella gestione dei prodotti in plastica a fine vita. Sostengono l’iniziativa IPPR – Istituto per la Promozione delle Plastiche da Riciclo e Montello S.p.A.

Gli interventi in agenda

Interverranno il Presidente di Unionplast Luca Iazzolino, il Segretario generale di IPPR Cristina Poggesi, Anna Bortoluzzi, esperta di LCA in Quota Sette srl, il Direttore Generale di ISPRA e VicePresidente dell’Agenzia Europea per l’Ambiente Alessandro Bratti, i Senatori Gianni Pietro Girotto (Presidente della Commissione Industria del Senato) e Paolo Arrigoni (Questore del Senato e membro della Commissione Ambiente), il Presidente di Legambiente Stefano Ciafani, l’Amministratore Delegato di Crocco S.p.A. e Presidente di EuPC Renato Zelcher, l’Amministratore Delegato di Bormioli Pharma Andrea Lodetti, il Responsabile R&D Packaging del Gruppo Granarolo Raffaele Bombardieri e il Presidente di Montello S.p.A. Roberto Sancinelli. Le conclusioni saranno affidate al Sottosegretario all’Ambiente On. Salvatore Micillo, al ViceMinistro dello Sviluppo Economico On. Dario Galli e al Direttore Generale di Confindustria Marcella Panucci.

Una panoramica sul mercato

La conferenza traccerà un quadro dell’andamento del mercato delle plastiche e dello stato di salute delle imprese, fornendo i dati aggiornati di un settore che in Italia conta, complessivamente oltre 11.000 imprese che rappresentano un fatturato di oltre 30 miliardi di euro: di queste, 5.000 sono quelle imprese attive nella prima trasformazione (il primo stadio della lavorazione delle plastiche): soltanto loro occupano 110.000 addetti nel Paese per un fatturato complessivo annuo di circa 15 Miliardi di Euro. La domanda di materie plastiche in Italia è tra le prime in Europa. Nel corso del 2018 sono state trasformate circa 5.8 Milioni di tonnellate di resine termoplastiche alle quali si aggiungono circa 1 milione di tonnellate di plastiche riciclate provenienti dal riciclo di rifiuti plastici, di cui circa il 70% post-consumo.

Il trend delle plastiche da riciclo

Il trend positivo riferito all’uso di plastiche da riciclo testimonia la volontà delle imprese di perseguire gli obiettivi della Circular Economy e di promuovere la sostenibilità dei prodotti immessi sul mercato, in tutti i settori applicativi. IPPR-Istituto per la Promozione delle Plastiche da Riciclo ha portato alla certificazione a marchio Plastica Seconda Vita oltre 3000 prodotti incorporanti (fino al 100%) Materie Prime Seconde. Lo sviluppo del riciclo di qualità, dell’eco-design, l’environmental footprint dei prodotti in plastica, l’innovazione ambientale di prodotto e di processo saranno tutti temi al centro del dibattito, con l’obiettivo di definire un orizzonte comune di impegno di imprese e loro stakeholder.

Durante la conferenza, uno studio televisivo in loco trasmetterà durante l’intera durata dei lavori, i contenuti saranno disponibile via streaming.

La conferenza è a ingresso libero, il programma e il form di iscrizione sono disponibili sul sito https://plastics4p.it.

5 aprile conferenza milano

Condividi questo articolo
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di TecnoEdizioni maggiori informazioni

TecnoEdizioni utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o premendo su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi