IVS 2021, si insedia il nuovo Advisory Board della fiera

25 settembre 2020

 

Definita la composizione del comitato scientifico di IVS 2021, con esperti a rappresentare l’intera filiera e a selezionare i migliori paper da presentare durante la fiera.

ivs 2019Gli organizzatori di IVS, Confindustria Bergamo e Promoberg, hanno scelto insieme a Valve Campus il team di esperti che costituirà l’Advisory Board per la parte convegnistica dell’edizione 2021 della fiera, che si terrà i prossimi 26 e 27 maggio. L’organo riunisce, a livello internazionale, diciannove figure chiave in rappresentanza dei maggiori portatori d’interesse della filiera. Nello specifico si tratta degli utilizzatori finali, delle società di ingegneria, dei produttori, del panorama delle università, delle associazioni professionali e degli organi di certificazione. A presiedere il Comitato sarà Maurizio Brancaleoni, presidente di Valve Campus.

L’Advisory Board esaminerà e selezionerà le memorie tecnico-scientifiche che saranno presentate durante i cicli di convegni e i workshop che si terranno durante le date della fiera, scegliendo i documenti a maggiore contenuto innovativo e tecnologico tra i papers che saranno inviati a IVS entro il 15 dicembre 2020, data in cui si chiuderà la Call for Papers per la quarta edizione del summit.

Maurizio Brancaleoni, presidente di Valve Campus, che sin dalla sua fondazione rappresenta il partner tecnico-scientifico di riferimento di IVS, afferma: «Da sempre il summit non si ferma all’offerta espositiva di respiro globale ma si propone al mondo come luogo di scambio di conoscenze, di innovazione e di competenze per tutti i soggetti che partecipano allo sviluppo e all’innovazione del settore. Un percorso accelerato proprio dall’Advisory Board, che ricopre un ruolo fondamentale nel coinvolgimento degli attori che rappresentano il panorama internazionale delle valvole industriali, individuando tematiche e tendenze ed esaminando gli sviluppi strategici del settore».

L’edizione 2021 costituirà un’ulteriore occasione di crescita per il summit. Gli organizzatori di IVS creeranno un padiglione in più, portando la superficie espositiva della fiera da 13 mila a 18 mila metri quadrati. Uno sviluppo necessario per accompagnare la forte crescita della fiera, testimoniata dall’ascesa del numero di visitatori, di espositori e del traffico sui canali di comunicazione.

Paolo Piantoni, Direttore Generale di Confindustria Bergamo, afferma che «IVS si sta affermando come occasione di incontro fra produttori del comparto italiano ed europeo delle valvole industriali e i principali players internazionali del settore Oil & Gas. Anche per la prossima edizione stiamo investendo nella parte scientifica e formativa della fiera per diventare sempre di più un punto di riferimento di tecnici e operatori del settore. Per Confindustria Bergamo si tratta di un’iniziativa di supporto a una filiera complessa e strategica per il territorio. Oltre alle valvole, le nostre aziende coprono infatti l’intera supply chain Oil & Gas: scambiatori di calore, piping, pompe, macchinari, strumentazioni, caldareria e altro. Il mercato è fortemente legato al prezzo del petrolio che ha subito un drastico ridimensionamento a causa del crollo dei consumi».

Condividi questo articolo
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di TecnoEdizioni maggiori informazioni

TecnoEdizioni utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o premendo su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi