Home PLASTICA L’innovativo rivestimento di Argos ST abolisce l’uso di agenti distaccanti dannosi nella lavorazione del poliuretano (PU) per la produzione di cinghie dentate

L’innovativo rivestimento di Argos ST abolisce l’uso di agenti distaccanti dannosi nella lavorazione del poliuretano (PU) per la produzione di cinghie dentate

di Cecilia
0 commento

Il poliuretano (PU) è uno dei polimeri più plasmabili e gioca un ruolo determinante nella fabbricazione di cinghie dentate. La sua tendenza ad aderire agli stampi tuttavia ne provoca la rapida usura, richiedendo un massiccio utilizzo di agenti distaccanti dannosi per l’ambiente e la salute

Per questo il Gruppo Argos ST, nel suo stabilimento di Origgio, ha elaborato un innovativo rivestimento degli stampi che garantisce anti-aderenza e resistenza all’usura e consente di abbandonare l’utilizzo di agenti distaccanti

Il poliuretano (PU) è un polimero estremamente plasmabile che consente di creare numerosi prodotti con proprietà e impieghi molto diversi, tra cui le cinghie dentate, utilizzate in moltissimi settori dell’industria, soprattutto in quei casi in cui sono necessarie una grande potenza, una particolare silenziosità e un elevato tasso di precisione. Nonostante l’alta performatività di questo materiale, la sua elevata tendenza ad aderire fa sì che gli stampi si sporchino in breve tempo, rendendo necessario l’utilizzo di grandi quantità di agenti distaccanti, dannosi per l’ambiente e per la salute. Gruppo Argos ST ha risolto questo problema realizzando un innovativo rivestimento per gli stampi che ne riduce il livello di aderenza.

Attraverso un lavoro di ricerca e sviluppo portato avanti dallo stabilimento di Origgio del Gruppo Argos ST, è stato infatti elaborato un rivestimento polimerico distaccante a base di fluoropolimeri, caratterizzato da elevate proprietà di scorrimento e anti-aderenza, combinate a un’alta resistenza all’usura.

Applicato agli stampi utilizzati per la lavorazione del poliuretano e quindi per la produzione di cinghie dentate, questo rivestimento consente di abbandonare completamente l’uso di agenti distaccanti, garantendo un notevole risparmio di risorse economiche, oltre che un allungamento degli intervalli di pulitura, e rendendo così l’intero processo più sostenibile.

In questo modo gli stampi si manterranno più a lungo nel tempo e dovranno essere sostituiti meno frequentemente, facendo sì che l’investimento effettuato possa essere ammortizzato.

“Presso i nostri stabilimenti ci impegniamo costantemente per risolvere i problemi più frequenti riscontrati dai nostri clienti nelle procedure industriali quotidiane – commenta Luca Garone, Manager Director della BU Polimeri del Gruppo Argos ST – Sempre più spesso, le criticità che ci vengono riportate riguardano la sostenibilità degli impianti di produzione e una conseguente riduzione dei costi sul lungo periodo. Grazie al nostro processo di ricerca e sperimentazione continua abbiamo elaborato diversi rivestimenti che rispondono a queste nuove esigenze, adatti a molteplici tipi di polimeri”.

La cinghia dentata è caratterizzata da una fascia ad anello con una serie di denti realizzati in gomma e rivestiti da materiali resistenti all’usura. Di solito è costituita esternamente da gomma e internamente da acciaio o da altri materiali altamente resistenti e flessibili. Questa tipologia di cinghie viene impiegata soprattutto in procedimenti industriali che richiedono grande potenza e precisione, garantendo stabilità senza slittamenti e mantenendo in fase i movimenti degli organi meccanici coinvolti. Il loro utilizzo è diffuso soprattutto nei motori endotermici, nei nastri trasportatori dell’industria alimentare e in macchine industriali e agricole.

www.argos-st.com

You may also like

Commenta