ACMA: soluzioni all’avanguardia per il settore del tè

29 settembre 2021
ACMA: soluzioni all’avanguardia per il settore del tè
FOOD
0

ACMA, azienda Coesia, offre una gamma completa di macchine green e cost-effective in grado di coprire grazie ai gruppi ausiliari integrati anche le fasi del processo a valle del confezionamento in bustine del tè. L’azienda bolognese ha anticipato trend quali la ricerca di materiali a basso impatto e lo sviluppo di soluzioni tailor-made, rispondendo alle specifiche esigenze dei diversi mercati.

Tea&coffee_teaBags_inPouchGrazie alle acquisizioni fatte in passato, ACMA ha ereditato nel settore del tè un esclusivo know-how per il confezionamento primario che aggiunto alla comprovata esperienza pluriennale, ha permesso di raggiungere un ruolo di primo piano in questo mercato. Negli ultimi anni, il reparto R&D ha sviluppato una serie di soluzioni per ampliare ulteriormente il portafoglio dell’azienda, focalizzandosi sul packaging secondario. Il know-how di ACMA abbraccia le tecnologie del confezionamento delle bustine del tè in diversi formati ed a diverse velocità in modo da poter soddisfare qualunque richiesta giunga dal mercato. Negli ultimi anni ha inoltre affinato diverse soluzioni per il packaging secondario, questo per rispondere alle necessità del panorama clienti con cui si interfaccia.

ACMA opera a stretto contatto con tutti gli attori dal comparto, comprese le principali realtà attive nella produzione di materiali per l’incarto. La collaborazione con queste ultime è fondamentale per perseguire i principi di sostenibilità̀ che ACMA ha sposato da tempo. Le macchine ACMA che realizzano confezioni sigillate a caldo possono infatti lavorare con materiali riciclabili e biodegradabili come il PLA, così da garantire un ridotto impatto ambientale. Le soluzioni ACMA sono inoltre pensate per ridurre i consumi energetici che, congiuntamente a quanto già esposto per la riduzione degli scarti, delineano macchine più eco-friendly. Un altro esempio di come i prodotti si muovano in questa direzione è dato dalla TD 300, macchina per il confezionamento di bustine a doppio lobo che riesce ad unirle al proprio tag grazie ad un nodo, evitando così l’adozione di colle e graffette.

Le possibilità per il confezionamento offerte dalla tecnologia ACMA sono numerose ed eterogenee. Vediamone alcune.

Disponibile su TE 500, ma sviluppato anche su TD 300 e TM 320, il confezionamento in pouch consente di sigillare nella stessa busta flessibile interi lotti di bustine, in quantitativi che vanno da 20 a 150 unità, consentendo sia un risparmio del materiale di confezionamento esterno che i costi di un’eventuale soluzione in astuccio di cartone. Inoltre, la soluzione in pouch consente un significativo risparmio in termini di costi di spedizione.

 ACMA, a riprova dell’estrema flessibilità delle proprie soluzioni, ha inoltre realizzato una versione speciale di TM 320 dedicata al confezionamento di caffè in busta. Destinata prevalentemente alle necessità del mercato sudamericano, tale soluzione è sviluppata nello specifico per rispondere alle sfide del caffè macinato, che presenta criticità tipiche dei prodotti in polvere, oltre a richiedere un packaging in grado di preservarne le specifiche caratteristiche organolettiche. La soluzione sviluppata da ACMA evita la dispersione di polvere nell’ambiente di lavoro, consentendo al contempo una corretta preparazione della bevanda da parte dell’utente finale, che viene ottenuta non più tramite erogazione – come nel caso delle capsule – ma per infusione.

Disponibile su TM 320, ma implementabile anche su TD 300, questa configurazione prevede la sigillatura di 2, 3, 4 o 5 bustine alla volta, consentendo la riduzione del materiale di incarto esterno. È quindi possibile realizzare confezioni che contengono un quantitativo limitato di bustine, così da facilitare la vendita di poche unità alla volta.

L’ultima nata in casa ACMA è una soluzione per il confezionamento in scatola di dieci buste che eredita alcune caratteristiche da “Ecoshell”, pluripremiato packaging dalle innovative caratteristiche, sia in termini di sostenibilità che di praticità di utilizzo. Si tratta anche in questo caso di un’applicazione particolarmente avanzata, che presenta caratteristiche “tamper proof”, a tutela della solidità e della sicurezza della confezione. La value proposition di questo astuccio è quella di offrire una scatola dall’aspetto premium che possa garantire la non manomissione del suo contenuto, evitando l’utilizzo di un sovra-incarto a base plastica.

Condividi questo articolo
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di TecnoEdizioni maggiori informazioni

TecnoEdizioni utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o premendo su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi