#Efficienzaplastica, il congresso

12 dicembre 2017

Efficienzaplastica: un congresso a Villa Braida, a Mogliano Veneto, per discutere di processi plastici e della loro ottimizzazione: dallo stampaggio all’estrusione passando per film e compound.

Quando si parla di #Efficienzaplastica ci si riferisce ad un evento di calibro nazionale, un congresso svoltosi il 9 novembre 2017 nella splendida location di Villa Braida a Mogliano Veneto, in provincia di Treviso. Per l’occasione si sono riuniti tre relatori d’eccezione per approfondire e discutere il tema dell’efficienza plastica. Gli speaker dell’evento sono stati infatti relatori di significativa importanza provenienti da tre differenti eccellenze del settore plastico: Lean Plastic® Center, divisione di Grecu Consulting Partners, Maxi Melt Srl, divisione italiana del gruppo olandese Kluin Wijhe B.V. e, infine, ZRE di Torino. L’obiettivo comune dei relatori è stato quello di spiegare ai partecipanti, anche con l’approfondimento di case history, le vie per la massimizzazione dell’efficienza nei processi plastici, un tema sempre più rilevante nel settore. Ciascuno dei tre player protagonisti del congresso ha portato la propria esperienza e avanguardia per tracciare tre differenti sentieri in tema efficienza.

Ad aprire la discussione l’intervento dell’ingegner Alessandro Grecu, amministratore e fondatore del già citato Lean Plastic Center, dal titolo “Lean Plastic®: casi reali di recupero di produttività, costi, efficienza e stabilizzazione della qualità dei processi”. Un racconto preciso e puntuale delle attività nell’ambito della riorganizzazione e dell’efficientamento nell’industria della plastica, nonché una panoramica completa sul metodo ideato appositamente per l’industria della plastica. Quello di Lean Plastic® è un approccio che sfrutta strumenti e pratiche calibrate in anni di applicazione sul campo plastico, e strumenti specialistici per l’efficientamento plastico nati per rispondere in maniera rapida, esaustiva e concreta alle problematiche tipiche di questo settore.

“Tale approccio comporta l’identificazione delle voci di spreco della produzione plastica e la guida degli interventi di riorganizzazione per fare in modo che le problematiche rilevate vengano prontamente ed efficacemente risolte. Il tutto grazie all’impiego di professionalità estremamente verticali e specialistiche. È questa specificità di Lean Plastic® a fornire risultati molto interessanti, tutti illustrati dai casi reali vissuti in prima persona, con i relativi dati” spiega lo stesso ingegner Grecu durante il suo intervento.

A seguire l’intervento di Maxi Melt Srl, in cui Davide Pedrazzi ha presentato l’azienda e il suo lavoro nel settore. Irenko Dubrovich, subito dopo, ha illustrato le soluzioni tecniche che Maxi Melt Srl ha sviluppato per raggiungere l’efficienza massima nella plastificazione. Protagoniste indiscusse di questa parte di presentazione sono state delle speciali viti di plastificazione, elementi chiave della produzione che comportano notevoli passi avanti nel processo di stampaggio della plastica. Si tratta di viti con profili tecnici unici nel loro genere che raggiungono delle performance di altissimo profilo.

A chiudere la giornata il terzo intervento di Luca Rocci per presentare ZRE Srl, azienda fornitrice di sistemi di riscaldamento del mondo della plastica. L’approfondimento a seguire – sempre di ZRE – è stato presentato da Emiddio Siani, attraverso una panoramica tecnica sui sistemi di riscaldamento ad induzione con una particolare attenzione sui costi e sul consumo energetico. Nello specifico si è parlato di una versione speciale delle resistenze, il sistema usato dalla maggior parte delle aziende per fondere la plastica, che consente di lavorare in condizioni ottimali (e quindi ottenendo una fusione rapida e perfetta della plastica) risparmiando energia. Il tutto mantenendo l’obiettivo “quality first”.

Grande partecipazione di pubblico con ben 70 aziende presenti e grande successo per il dibattito ed il racconto delle case history, un modo più diretto e tangibile per valutare e comprendere meglio, in prima persona, e dati economici reali e i risultati di efficienza ottenuti. Un ottimo segnale per il presente e per il futuro del settore plastico.

Condividi questo articolo
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di TecnoEdizioni maggiori informazioni

TecnoEdizioni utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o premendo su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi