Elastomeri Termoplastici TPE, la libertà della flessibilità

16 aprile 2020

Nel vasto mondo delle materie plastiche il compound ha svolto e svolge un ruolo tecnologicamente rilevante; se da un lato i grandi produttori basati su processi di polimerizzazione sempre più efficienti se sviluppati su scala industriale cercano la standardizzazione e la massima resa riducendo il portafoglio dei prodotti, dall’altro cresce sempre più la richiesta di materiali con caratteristiche specificatamente modellate sulle singole applicazioni. In una situazione così apparentemente dicotomica, i compoundatori trovano il loro spazio e offrendo soluzioni specifiche altrimenti impossibili o insostenibili per i grandi polimerizzatori.

Ed è proprio questa la specificità di Francesco Franceschetti Elastomeri: offrire soluzioni sotto forma di materiali sviluppati per soddisfare molteplici esigenze. Non per nulla la produzione di Francesco Franceschetti Elastomeri è focalizzata sugli elastomeri termoplastici TPE e sui polimeri modificati con elastomeri termoplastici: la flessibilità resa tangibile sotto tutti gli aspetti. Come si articola questa flessibilità? Quali opportunità offre?

Parlando di elastomeri termoplastici (TPE) MARFRAN la prima caratteristica che viene in mente è la durezza: l’offerta parte da zero shore A ovvero 60 Shore 000 (Shore triplo zero), praticamente un gel, per attraversare tutta la scala Shore A fino a 55÷60 Shore D. Ma la durezza non è tutto: trasparenza, colore, aspetto superficiale sia all’occhio che al tatto, attrito superficiale, tutto quello che un materiale può offrire all’interfaccia con i sensi umani può essere gestito al fine di ottenere il risultato desiderato.

Francesco Franceschetti Elastomeri ha sviluppato prodotti con ridotta resistività elettrica specifica proposti con il nome commerciale MARFRAN E CD; la gamma delle durezze disponibili parte da 50 Shore A mentre la resistività specifica scende fino a 1*109. Questi materiali consentono di realizzare manufatti “antistatici” che rispondono a numerose normative sulla sicurezza e sulla protezione dalle cariche elettrostatiche.

L’attenzione alla crescente domanda di materiali che soddisfino numerosi e stringenti requisiti normativi igienico-sanitari trova risposta nell’ampio portafoglio di materiali medicali proposti con il nome commerciale MARFRAN.MED. L’impianto e l’intero ciclo produttivo, inclusa la selezione ottica dei granuli fino al packaging del prodotto finito sono collocati in una camera bianca classe ISO 7 con certificazione ambientale ISO 13485, forse l’unica in Europa dedicata ai TPE.

Ma l’attenzione alla salute non si limita solo ai materiali medicali, tutto l’ambito dei manufatti destinati a entrare a contatto con gli alimenti è ampiamente supportato dalla gamma di TPE MARFRAN della Francesco Franceschetti Elastomeri. Nell’ambito fortemente regolamentato del contatto con acqua potabile sono disponibili numerosi prodotti forniti con il nome commerciale MARFRAN E DRW che soddisfano le normative internazionali più frequentemente richieste (DVGW, KTW W270, WRAS, NSF 61). A questi si aggiungono i materiali dedicati alla realizzazione di chiusure enologiche forniti con il nome commerciale MARFRAN MG ai quali fanno complemento i master espandenti MASTERFRAN FM specificamente sviluppati per questa applicazione.

Le moderne tecnologie di trasformazione “multimateriale”, consentono soluzioni innovative accoppiando materiali con caratteristiche completamente diverse per ottenere un manufatto unico nelle sue performance. L’offerta di Francesco Franceschetti Elastomeri consente ampie possibilità di accoppiamento hard/soft liberando la fantasia del progettista.

Come non ricordare l’ambito degli articoli sportivi e per il tempo libero dove Francesco Franceschetti Elastomeri è il fornitore di compound termoplastici nel settore degli sport invernali. I materiali MARFRAN per scarponi da sci sono ai piedi della maggioranza degli sciatori europei e mondiali. La continua proposta di materiali innovativi come l’IRFRAN consente ai produttori di scarponi di reinventare i loro manufatti portandoli a livelli di confort e leggerezza come mai prima d’ora. La collaborazione con primari produttori di sistemi coloranti consente di supportare i progettisti anche nelle scelte estetiche più trendy per le stagioni future.

Ma non solo sport invernali, anche la subacquea trova nella gamma MARFRAN numerosi materiali adeguati alla realizzazione di pinne, occhialini e maschere per snorkeling, impugnature e altri manufatti.

L’attenzione alle esigenze dei progettisti e dei clienti si spinge fino alla definizione congiunta del ciclo di vita dei manufatti e dei materiali al fine di garantire la sostenibilità ambientale della filiera e la riduzione degli scarti. Tutti i materiali prodotti da Francesco Franceschetti Elastomeri non contengono sostanze pericolose o SVHC secondo il Regolamento Europeo REACH e l’attenzione continua alla scelta delle materie prime consente la piena riciclabilità dei manufatti realizzati con i TPE MARFRAN.

Infine la flessibilità suprema è quella offerta da Dipartimento Tecnico/R&D di Francesco Franceschetti Elastomeri, disponibile dare forma ai sogni dei progettisti per cui possiamo dire che il materiale più rilevante dell’offerta di Francesco Franceschetti Elastomeri non è uno fra quelli del pur ampio catalogo di prodotti già esistenti, ma quello che hai in testa tu e che noi possiamo realizzare per te.

Condividi questo articolo
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di TecnoEdizioni maggiori informazioni

TecnoEdizioni utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o premendo su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi