“Le analisi microbiologiche di alimenti e ambienti produttivi: metodi rapidi per la ricerca di patogeni e alteranti. Focus: materiali di riferimento nei laboratori”

13 settembre 2023

La sicurezza alimentare al centro della sesta edizione del convegno tecnico-scientifico. Appuntamento il 29 settembre 2023 all’Abbazia di Mirasole

Venerdì 29 settembre 2023 torna l’appuntamento annuale dedicato alle novità e agli approfondimenti sui metodi analitici rapidi per individuare, in tempi brevi ma con risultati precisi, la presenza di microrganismi, patogeni e alteranti in alimenti, acque e ambienti produttivi. Sempre più spesso, infatti, si rende necessario ricorrere a questo tipo di analisi per verificare il pericolo di contaminazioni con modalità mirate e accurate.

Sede de Le analisi microbiologiche di alimenti e ambienti produttivi: metodi rapidi per la ricerca di patogeni e alteranti. Focus: materiali di riferimento nei laboratori sarà l’Abbazia di Mirasole, antico complesso monastico del XIII secolo che si trova a Opera (Mi). L’abbazia è raggiungibile in auto, in alternativa OM mette a disposizione un servizio bus che parte da Rogoredo M3 alle 9.30 con ripartenza per la città alle 16.15 e arrivo sempre a Rogoredo.

Ricco il programma degli interventi della giornata:

• Verifica e validazione dei metodi microbiologici su alimenti nei laboratori di prova secondo le norme della serie ISO 16140

Angela Maiello, Esperta per l’accreditamento dei laboratori di prova

• Tecnologie innovative e soluzioni al servizio del laboratorio microbiologico

Verena Peggion, Field Marketing, Merck Life Science

• Controllo rapido in RT-PCR di Salmonella, Listeria ed E. Coli STEC

Matteo D’Andrea, Product Specialist PCR, R-Biopharm Italia

• Real-time PCR (qPCR): elogio della flessibilità

Nicola Bortoletto, Marketing Manager and International Sales Manager, Generon Spa

• Real-time Loop-mediated AMPlification (LAMP) per il rilevamento rapido di patogeni alimentari

Giulia Casini, R&D Senior Scientist – Enbiotech Srl

• Il futuro dei test sui patogeni alimentari

Daniela Barbara Superchi, bioMérieux Adriatic Food Pathogens testing Leader

• Sicurezza alimentare: principi e tecniche per la gestione dei rischi microbiologici

Irene Giannetti, Neogen Account Sales

• Ceppi batterici: utilizzo e gestione di materiali di riferimento secondo le regole attuali

Fabrizio Anniballi, National Reference Centre for Botulism – Microbiological Food Safety and Food-borne Deseases Unit, Food Safety, Nutrition and Veterinary Public Health Department – ISS Istituto Superiore di Sanità

• Metodi microbiologici rapidi: validità tecnica e accreditabilità

Olimpia Grilli, Biologa, Esperta in Assicurazione qualità e Auditor interno

• Validità legale dei metodi rapidi di analisi

Chiara Marinuzzi – Avvocato, Studio legale Avv. Gaetano Forte Gaetano Forte – Avvocato, Studio legale Avv. Gaetano Forte

Come prevede l’apprezzato format del convegno, oltre agli interventi dei relatori si terranno le dimostrazioni pratiche di utilizzo dei kit dei metodi di analisi. Quest’anno saranno a cura di Merck, Enbiotech, bioMérieux, R-Biopharm, Generon, Neogen, OrSell e Bruker.

Il convegno “Le analisi microbiologiche di alimenti e ambienti produttivi: metodi rapidi per la ricerca di patogeni e alteranti. Focus: materiali di riferimento nei laboratori” si rivolge a responsabili e operatori dell’assicurazione e controllo produzione, R&D delle imprese alimentari, laboratori privati e pubblici, uffici legali, consulenti per la sicurezza alimentare, tecnologi alimentari, GDO e alla stampa di settore.

Per iscriversi gratuitamente seguire  il link:

https://www.in-formare.net/iscrizioni/le-analisi-microbiologiche-di-alimenti-e- ambienti-produttivi-metodi-rapidi-per-la-ricerca-di-patogeni-e-alteranti-focus-materiali-di-riferimento-nei- laboratori-opera-milano-4-2023

Anche l’appuntamento di quest’anno è ideato da c_om_unicando e realizzato da in_formare. Il Convegno gode del patrocinio del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Tecnologi Alimentari.

Condividi questo articolo
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *