Home PLASTICA Innovazioni per gli imballaggi medici rigidi grazie alla collaborazione tra Eastman ed Exolon Group

Innovazioni per gli imballaggi medici rigidi grazie alla collaborazione tra Eastman ed Exolon Group

di Cecilia
0 commento

Exolon Group include nella propria offerta le lastre Vivak® Med realizzate con copoliesteri Eastman

L’azienda produttrice di materiali speciali Eastman ed Exolon Group hanno avviato una collaborazione per l’estrusione di lastre compatte a partire dalle resine di copoliesteri per uso sanitario di Eastman.

Realizzate rispettivamente con Eastar® 6763, Vivak® Med rispondono alla crescente domanda di lastre compatte termoplastiche conformi ai requisiti di biocompatibilità ISO 10993/USP Classe VI.

La lastra Vivak® Med per imballaggi medici rigidi di Exolon Group viene estrusa con Eastar 6763. Il prodotto è disponibile in spessori da 0,6 mm a 8 mm.

“Per decenni, Eastar® 6763 è stato lo standard nel campo degli imballaggi medici rigidi,” afferma Michael Burkardt, Business Development Manager, Specialty Plastics di Eastman. “Per Eastman, è fondamentale collaborare con partner di fama come Exolon Group, che hanno l’esperienza e la competenza di settore necessarie per fornire un valore superiore ai clienti”.

“Con questa collaborazione e lo sviluppo di Vivak® Med come ampliamento del nostro portafoglio Vivak®, dimostriamo il nostro impegno per l’innovazione e il nostro desiderio di entrare in nuovi mercati,” dichiara Wim Van Eynde, Head of Product Management di Exolon Group. “D’ora in poi, il settore degli imballaggi medici potrà contare su lastre più spesse e più larghe che mai. Le materie prime mediche di Eastman offrono diversi vantaggi, come la riduzione dell’uso di materiali e l’assenza di sostanze estremamente preoccupanti, se paragonate ad altre tra cui il polistirene ad alto impatto. Siamo entusiasti delle possibilità offerte da Vivak® Med”.

Exolon Group presenta a l’intera gamma Med – Exolon® Med, Vivak® Med e Inspria® Med – al Pharmapack, che avrà luogo il 1 e il 2 febbraio a Parigi

You may also like

Commenta

Questo si chiuderà in 0 secondi