Home LABORATORI Nuovo pendolo per prove di resilienza di ATS FAAR Industries

Nuovo pendolo per prove di resilienza di ATS FAAR Industries

di Cecilia
0 commento

 

Resilienza, una parola alla moda, ma non per ATS FAAR !

Il nostro governo ha lanciato il PNRR Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza con obiettivi virtuosi, racchiusi in una cornice in cui il termine resilienza spicca come un evento straordinario.

Nel linguaggio tecnico la resilienza è la proprietà dei materiali di resistere agli urti rappresentata dal rapporto tra il lavoro necessario per rompere una barretta di un materiale e la sezione della barretta stessa.

Nuovo è invece il Pendolo I_Impats di ATS FAAR per prove di resilienza Izod-Charpy.

ATS FAAR INDUSTRIES è una società specializzata nel fornire laboratori di prova in diversi settori dell’industria con uno sguardo particolarmente attento a quello delle materie plastiche.

Negli ultimi dieci anni si è rivolta soprattutto al mercato internazionale che era più ricettivo alla proposta della formula “chiavi in mano” che la società propone.

Dal 2022 ATS FAAR INDUSTRIES si è riposizionata sul territorio italiano poiché la transizione green ha aperto nuovi scenari sul mercato interno ed è in crescita la domanda dei trasformatori di materia plastica di dotarsi di laboratori interni per poter controllare il proprio prodotto, certificarlo, posizionarsi come produttore attento valorizzandone la produzione e poter allo stesso tempo fare della ricerca e sperimentare soluzioni innovative.

Il produttore che si trova a dover affrontare per la prima volta l’allestimento del laboratorio può trovare in ATS FAAR INDUSTRIES le competenze adeguate per realizzarlo con serenità.

Con l’utilizzo di I_impats è possibile caratterizzare il comportamento dei materiali polimerici sottoposti all’azione di un evento impulsivo ed avere evidenza delle proprietà di resistenza meccanica del prodotto, una necessità per diverse tipologie di trasformatori.

I_impats è uno strumento facile da usare, molto intuitivo, che snellisce il lavoro dell’operatore e non necessita di particolare manutenzione.

Tutti i comandi e le impostazioni di prova sono gestiti da un PLC interno con Touch Screen di interfaccia utente, dove le funzioni sono descritte con Pittogrammi o, a scelta, con testi, tradotti in varie lingue.

Lo strumento può eseguire prove di impatto sia con metodo Charpy che con metodo Izod e, a seconda delle richieste del cliente, può essere attrezzato con vari tipi di mazze con energia nominale adeguata alla tipologia di materiale.

E’ predisposto per lavorare in totale sicurezza poiché con la “gabbia” aperta non è possibile sganciare la mazza di impatto.

Lo sgancio della mazza di tipo elettromeccanico, viene comandato direttamente dal Touch Screen

Lo strumento inoltre è dotato di un comodo freno a comando manuale per fermare l’oscillazione della mazza dopo l’impatto e poterla cosi riagganciare in tutta sicurezza.

ATS FAAR INDUSTRIES può fornire il banco da lavoro robusto ed adatto sia per altezza che per profondità all’alloggiamento dello strumento, della intagliatrice per la preparazione del provino e se viene richiesto il software opzionale anche del PC.

Naturalmente anche assistenza alla installazione, formazione sull’utilizzo ed il servizio di controllo periodico.

You may also like

Commenta