Fimic e il nuovo “Net”

16 dicembre 2016

Fimic in fiera a Dusseldorf ha presentato l’ultima innovazione in fatto di filtrazione.

Tre cambia filtri Fimic, 40 metri quadrati dedicati al riciclaggio di materiali plastici contaminati, 4 sales manager a disposizione per 8 giorni. Chiude con grande soddisfazione per Fimic il K a Dusseldorf, con una richiesta in crescita di filtrazioni sempre più all’avanguardia per migliorare la qualità del granulo riciclato.
Fimic non interrompe la ricerca e migliora non solo il suo prodotto di punta, il modello RAS, ma inserisce nella gamma della filtrazione, un modello doppio (mmodello ERA) e il modello a rete (modello NET).
Andiamo per ordine: ormai FIMIC è conosciuta nel settore per il modello RAS, filtrazione a laser o punzonato per materiali fortemente inquinati come nel caso di materiale post consumo.
Ma in certi casi, i materiali plastici possono essere talmente inquinati, da aver bisogno di due filtrazioni per poter esser rivenduti con una qualità superiore e utilizzati successivamente per filmatura o stampaggio.
Per questo motivo, per evitare spese doppie di estrusore/pompa ad ingranaggi e secondo filtro, Fimic da due anni, ha ideato un cambia filtro (modello ERA) che può filtrare due volte in un’unica camera di filtrazione.
Due volte perchè è possibile inserire due filtri al suo interno e quindi filtrare più grossolano in primo passaggio e più fine nel secondo, al fine non solo di proteggere un filtro laser ( più costoso) da contaminanti aggressivi come metallo o vetro, ma per avere anche una qualità superiore grazie a due filtrazioni.
In questo caso la seconda filtrazione potrebbe non solo essere a raschiamento ( con una filtrazione massima a laser di 100 micron) ma anche a controflusso ( in modo da ridurre fino a 40 micron la filtrazione). In questo modo anche materiali delicati come il PET, potrebbero essere filtrati automaticamente dal modello ERA.
Se però il progetto richiede una maglia mesh invece di una maglia laser, Fimic inserisce nella gamma dei cambia filtri anche il modello NET. Si consiglia questo tipo di cambia filtro quando la contaminazione risulta essere limitata a qualche punto percentuale, per evitare un costo eccessivo della maglia, o in presenza di una eccessiva quantità di alluminio nel materiale, per permettere un cambio automatico della maglia.
Il cambia filtro NET infatti, poggia un rotolo di maglia mesh su un cestello mobile che ruota automaticamente al raggiungimento della pressione impostata, oppure cambia in continuo lentamente per permettere un ricambio continuo. Il tutto evitando accumulatori o pistoni che potrebbero alterare la composizione chimica del materiale plastico oppure creare gas all’interno dello stesso.
Nessuna alterazione del software dell’estrusore è inoltre necessaria, essendo il modello NET inserito successivamente all’estrusore senza particolari modifiche alla linea presa in esame.
Presentato al K 2016, il modello Net è stato elaborato da Fimic, anche grazie all’estrusore da laboratorio presente in sede, che viene utilizzato per numerosi test mensili con potenziali clienti da tutto il mondo.
Fimic negli ultimi anni ha migliorato infatti non solo la capacità produttiva e il reparto vendite, ma soprattutto il ramo aziendale del post vendita che può garantire la spedizione dei ricambi in 24 ore dalla richiesta, in caso di urgenza.
Il servizio che garantisce Fimic non è solo nei confronti di tutti gli estrusoristi con i quali collaborano da anni per l’installazione di nuove linee di estrusione, nel totale sostegno delle esigenze del cliente, ma sta emergendo nel mercato anche grazie alla costante fiducia di clienti che rinnovano linee di estrusione esistente, aggiungendo cambia filtri Fimic automatici e autopulenti.
Non solo linee nuove infatti ma anche le linee esistenti sono parte costante del lavoro di miglioramento della qualità dei nostri clienti, che installano inizialmente cambia filtri manuali e via via migliorano la qualità attraverso una tecnologia automatica.
Nuovi mercati in via di sviluppo si stanno aprendo anche per Fimic, grazie alla gamma di prodotti a disposizione.

Condividi questo articolo
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di TecnoEdizioni maggiori informazioni

TecnoEdizioni utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o premendo su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi