Recupero e riciclo di PVC in Italia, il WREP ottiene importanti risultati e continua a crescere.

17 settembre 2021
Recupero e riciclo di PVC in Italia, il WREP ottiene importanti risultati e continua a crescere.
News
0

WREP (Waste REcycling Project – Progetto Riciclo Rifiuti) è stato lanciato per la prima volta nel 2016 dal PVC Forum Italia e VinylPlus per valutare il potenziale di miglioramento del riciclo di PVC in Italia e promuovere lo sviluppo di schemi pilota di raccolta e riciclo di rifiuti in PVC che coinvolgessero i diversi attori, pubblici e privati, della filiera del riciclo. E, più in generale, con lo scopo di aumentare quantità e qualità di PVC riciclato da scarti provenienti da rifiuti urbani e da edilizia, in un’ottica di economia circolare.

Nel 2018 sono stati coinvolti nel primo progetto pilota il Gruppo Veritas, la multiutility interamente pubblica che gestisce il ciclo completo dei rifiuti nei 44 Comuni dell’Area metropolitana di Venezia e in 7 della provincia di Treviso, e DAE, il rappresentante regionale di Recovinyl (www.recovinyl.com) in Italia. La fase sperimentale è iniziata nell’autunno 2018 e in un anno sono state selezionate e raccolte circa 135 ton di cui l’89% trasformate in PVC riciclato garantendo, oltre ad un fattivo contributo contro l’impatto ambientale, anche un risparmio economico di circa il 43%.

Le attività operative si sono concentrate inizialmente sulla formazione, passaggio fondamentale del progetto. Sulla base del materiale didattico predisposto da DAE, PVC Forum Italia ha formato gli operatori della filiera coinvolta nella sperimentazione allo scopo di riconoscere, selezionare e gestire le applicazioni in PVC a fine vita. Concentrandosi su 2 categorie di lavoratori: il personale degli Ecocentri di Veritas e della controllata Eco-Ricicli Veritas per quanto riguarda i rifiuti urbani e il personale di aziende della filiera costruzione e demolizione.

Nel 2019 il progetto WREP è stato esteso al territorio servito da ETRA SpA, che comprende il bacino del Brenta, dall’Altopiano di Asiago al Bassanese e alla Provincia di Padova. La fase di sperimentazione operativa si è svolta nei mesi tra il 1° ottobre 2019 e il 31 novembre 2020 e l’effettivo quantitativo di rifiuti in PVC selezionati, pressati ed imballati che ETRA ha inviato all’impianto di riciclo è stato di 119,94 ton. Queste sono state interamente lavorate, recuperando 114,08 ton (pari al 95%) che sono state trasformate in granuli di R-PVC (PVC riciclato).

Dal punto di vista economico, l’iniziativa ha registrato un bilancio economico positivo di 18.201 €. Ciò significa che la gestione dei rifiuti in PVC secondo il modello WREP ha generato un risparmio del 57% rispetto all’avvio a smaltimento della stessa quantità di rifiuti.
Dal punto di vista ambientale, il progetto ha consentito di evitare l’emissione in atmosfera di circa 700 ton di CO2 rispetto allo smaltimento e alla produzione dello stesso quantitativo di PVC recuperato a partire invece da materia prima vergine.

Grazie alla collaborazione con ETRA, il progetto WREP 2019 è entrato a far parte del progetto europeo Circe 2020, supportato dal Interreg CENTRAL Programme EUROPE e finanziato nell’ambito dell’European Regional Found of Development con l’obiettivo di espandere il modello di economia circolare nei distretti produttivi di 5 Paesi dell’Europa Centrale.

I progetti avviati nel 2018 e 2019 sono proseguiti nelle due aziende di servizi coinvolte nel WREP, mantenendo costanti i volumi annuali di PVC selezionato e di conferimento ai riciclatori indicati dal PVC Forum Italia, arrivando a un valore di PVC riciclato dal 2018 al 2021 pari a 489,35 tonnellate.

Nel 2020 l’iniziativa ha coinvolto anche Isontina Ambiente. Dopo una prima fase organizzativa sono state programmate le attività di formazione degli operatori seguendo le stesse modalità sopra descritte, nel rispetto delle regole di sicurezza imposte dal periodo di pandemia da COVID-19.

Da ottobre 2020 è iniziata la fase operativa. Nei primi 6 mesi sono state raccolte attraverso gli Ecocentri 12,63 ton, tutte provenienti da rifiuti in PVC ingombranti e speciali, queste quantità sono state poi selezionate, pressate e imballate da Eco-Ricicli Veritas che ha collaborato per la preparazione del PVC da inviare al riciclatore.

I rifiuti ricevuti dall’impianto di riciclo sono stati interamente lavorati, recuperando 11,68 ton (il 92,3%) che sono state trasformate in granuli di PVC-R.

Dal punto di vista economico, si è registrato un bilancio positivo di 612,87 €, con un risparmio generato del 19,40%. Dal punto di vista ambientale, la gestione del rifiuto e del successivo riciclo del PVC ha consentito di evitare l’emissione in atmosfera di circa 27,79 ton di CO2.

Sommando tutti i dati dal 2018, il totale degli “ingombranti” gestiti attraverso le diverse iniziative del progetto WREP è pari a circa 42.000 tonnellate.
Sulla base di questi dati preliminari, la disponibilità di rifiuti in PVC può essere stimata in più di 10.000 tonnellate/anno a livello nazionale. Queste quantità, che attualmente finiscono in discarica, potrebbero potenzialmente essere raccolte e riciclate in collaborazione con i centri di raccolta comunali.

I dati riportati descrivono non solo un’indubbia sostenibilità ambientale del Progetto WREP ma anche un’evidente convenienza dal punto di vista economico. L’iniziativa, adattandosi alle diverse esigenze territoriali, è replicabile ovunque.

 

Condividi questo articolo
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di TecnoEdizioni maggiori informazioni

TecnoEdizioni utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o premendo su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi