I risultati di Covestro risentono della pandemia di Covid-19

22 settembre 2020
I risultati di Covestro risentono della pandemia di Covid-19
News
0

Come ci si aspettava, i risultati di Covestro nel secondo trimestre del 2020 hanno risentito fortemente dell’ulteriore avanzata della pandemia di Covid-19 in Europa e in Nord America.

«Come avevamo previsto, la pandemia globale di Covid-19 ha avuto un impatto notevole sui nostri risultati per il secondo trimestre», ha commentato il Dr. Markus Steilemann, CEO di Covestro. 

«Abbiamo adottato con tempestività le misure giuste per proteggere i nostri dipendenti, mantenere attive la produzione e le catene di fornitura e garantire consegne continue. Continueremo ad agire con determinazione per guidare Covestro attraverso questa crisi storica».

L’azienda ha confermato le previsioni per l’intero anno già riviste ad aprile, anche se rimangono ancora tantissime le incertezze associate alle ripercussioni della pandemia sullo sviluppo economico.    

Nel secondo trimestre Covestro ha adottato ulteriori misure di finanziamento per rafforzare la sua liquidità a lungo termine. Il 5 giugno 2020 Covestro ha collocato Eurobond per un volume totale di 1,0 miliardi di EUR sui mercati dei capitali. Le obbligazioni scadranno nel febbraio 2026 e nel giugno 2030 e pagheranno una cedola dello 0,875% e dell’1,375% rispettivamente.

«Nonostante l’impatto notevole del Covid-19 sui nostri risultati, la coerenza delle nostre azioni sta già dimostrando i suoi frutti», ha spiegato il Dr. Thomas Toepfer, CFO di Covestro e Labor Director. «Il 2020 rimane un anno fuori dal comune e gli sviluppi futuri non sono ancora del tutto prevedibili. È una ragione in più per cui continuiamo per la nostra strada, concentrandoci sull’efficienza, il controllo dei costi e una liquidità garantita».

Nel maggio 2020 Covestro ha presentato la sua nuova visione a lungo termine. Sul lungo periodo, l’azienda intende allineare l’intera produzione, i suoi portafogli prodotti e soluzioni e tutti i comparti all’economia circolare. Il programma strategico – mirato a consolidare la circolarità in tutti i settori dell’azienda con un approccio olistico – era già stato lanciato nel 2019. Ora si è passati alla sua implementazione, seguendo una serie di obiettivi concreti e misurabili. I quattro punti chiave del programma sono: materie prime alternative, riciclaggio innovativo, soluzioni congiunte ed energie rinnovabili.

Inevitabilmente i numeri per il primo semestre del 2020 hanno risentito in maniera notevole degli effetti della pandemia di Covid-19. I volumi di base sono scesi del 13,6% e le vendite del gruppo sono diminuite del 22,7% totalizzando 4,9 miliardi di EUR (6,4 milioni di EUR). Questi risultati sono riconducibili principalmente ai volumi totali inferiori e a un declino del livello dei prezzi di vendita. L’EBITDA è crollato del 57,9% scendendo a 379 milioni di EUR, mentre il reddito netto ha totalizzato -32 milioni di EUR (368 milioni di EUR). Il FOCF nella prima metà del 2020 è calato a -225 milioni di ERU (-100 milioni di EUR).

Per maggiori informazioni: www.covestro.com.

Condividi questo articolo
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di TecnoEdizioni maggiori informazioni

TecnoEdizioni utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o premendo su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi