La protezione antiurto Stommpy diventa “intelligente” grazie alla tecnologia “S.M.A.R.T.”

26 ottobre 2020
La protezione antiurto Stommpy diventa “intelligente” grazie alla tecnologia  “S.M.A.R.T.”
News
0

 

Stommpy presenta l’innovativo sistema S.M.A.R.T. (Safety Monitoring & Active Reporting Technology): la protezione antiurto “intelligente” dotata di tecnologia IoT (Internet of Things), in grado di comunicare costantemente, tramite un’apposita App, la propria posizione all’interno dello stabilimento, lo stato di efficienza e il livello di gravità di un impatto subìto. Una soluzione all’avanguardia, che sarà presentata in anteprima a Mecspe 2020 e che si configura quale valido alleato per i Responsabili d’Azienda che vogliono fare della Sicurezza un asset strategico di valore. Marco Chiarini, Presidente di Stommpy, ne illustra caratteristiche, vantaggi e potenzialità.

Com’è nata la nuova tecnologia S.M.A.R.T.?

La tecnologia S.M.A.R.T. nasce da un’intuizione quasi naturale: abbiamo messo a fattor comune la nostra attuale esperienza per la definizione delle norme UNI che andranno a regolamentare il settore in cui operiamo e ciò che in altri ambiti si sta sviluppando sull’onda delle tecnologie IoT. In tal senso, abbiamo considerato che, se la nostra Protezione Antiurto fosse stata in grado di trasmettere in tempo reale il suo stato di funzionamento e, dunque, il livello di efficienza, sarebbe stato più semplice per l’RSPP avere sempre una situazione sotto controllo. Un approccio che acquisirà ancora maggiore rilevanza con l’entrata in vigore delle due normative UNI 1605398 e UNI 1604054. Queste ultime avranno il duplice obiettivo di disciplinare, da un lato, i criteri di prova delle Protezioni Antiurto ed i parametri identificativi da comunicare al mercato  da parte dei produttori e, dall’altro, la loro corretta scelta ed applicazione in azienda da parte dei RSPP, che saranno incaricati di monitorarne il corretto funzionamento al pari di tutti gli altri dispositivi di sicurezza attiva o passiva.

In cosa consiste nello specifico il sistema S.M.A.R.T. e che cosa permette di rilevare?

Il nuovo sistema S.M.A.R.T. fa compiere un salto evolutivo molto importante alle Protezioni Antiurto STOMMPY, sino ad oggi considerate dispositivi di sicurezza passivi “off-line”. Si deve comprendere che all’interno delle aziende il monitoraggio dello stato di efficienza delle Protezioni Antiurto è ora affidato esclusivamente al controllo visivo dei responsabili incaricati, con il risultato che, troppo spesso, quelle colpite e danneggiate dai carrelli in movimento permangono in una condizione di scarsa o addirittura totale assenza di efficienza per periodi più o meno lunghi. Nell’eventualità, statisticamente peraltro elevata, che un carrello impatti una Protezione Antiurto già colpita e danneggiata, sarebbe molto probabile il verificarsi del suo definitivo collasso, con un incremento notevole del rischio che il carrello danneggi l’asset aziendale o, peggio ancora, provochi un sinistro a persone. In questo scenario, STOMMPY interviene trasformando le proprie Protezioni Antiurto, portandole “on-line”, in grado quindi di interagire con gli stessi responsabili aziendali incaricati, per comunicare loro in real-time ogni impatto di un carrello contro una di esse, indicando anche il grado di efficienza residua della protezione e l’azione raccomandata da svolgere in termini di manutenzione. Per fare ciò, è stato installato un sensore, inserito in un’apposita capsula a tenuta stagna saldamente posizionata all’interno del tappo superiore dei nostri Pali Antiurto, anch’esso a tenuta stagna. Un sistema di sicurezza 4.0 completo, dunque, realizzato mantenendo inalterate le caratteristiche prestazionali delle Protezioni Antiurto STOMMPY, che si distinguono per i materiali costruttivi e di ancoraggio, brevettati e certificati secondo i più elevati standard di qualità. Rispetto al loro funzionamento, le innovative Protezioni Antiurto S.M.A.R.T. sono in grado, in caso di urto, di registrare e di trasmettere in real-time la variazione di posizione assunta, dopo l’impatto con il veicolo, all’App dedicata a disposizione del Cliente. Grazie all’interfaccia semplice ed intuitiva, l’Utente potrà visionare live, da remoto, direttamente da Smartphone, Tablet o PC numerose informazioni: la Protezione Antiurto che è stata colpita (grazie alla sua precisa mappatura riportata sul layout dello stabilimento del cliente), l’entità del danno eventualmente subìto e lo stato di efficienza del dispositivo, così da poter attivare prontamente tutte le misure di ripristino e manutenzione, qualora necessarie. Per rendere ancora più agevole ed immediata la verifica dello “stato di salute” di ciascuna protezione, è stato implementato l’utilizzo di un codice di colori standard: il Verde ne indica l’efficienza al 100%; il Giallo richiama l’attenzione alla necessità di una manutenzione ordinaria a causa di un’efficienza parziale e, infine, il Rosso evidenzia l’inefficienza della Protezione Antiurto che deve essere subito gestita, mettendo in quarantena l’area fino al suo completo ripristino.     

Quali ulteriori plus per i vostri Clienti e quali i possibili sviluppi futuri?

Un aspetto molto importante è rappresentato dalla possibilità, per i nostri Clienti, di interpretare i dati raccolti nel tempo, al fine di migliorare la propria logistica interna. Tutte le informazioni trasmesse dalle soluzioni S.M.A.R.T., infatti, vengono “registrate” in un database, che permette di tenere traccia di quali siano le Protezioni più urtate, quante volte e con quale livello di energia. 

Inoltre, STOMMPY, grazie alla sua organizzazione e capillare presenza sul territorio, è in grado di offrire alla propria clientela un servizio chiavi in mano: dalla consulenza e progettazione del sistema di Protezioni Antiurto più idoneo alle esigenze del Cliente, all’installazione con proprio personale tecnico qualificato, fino al post vendita. 

Infine, coloro che hanno recentemente acquistato le nostre soluzioni, potranno eseguire “upgrade” delle Protezioni Antiurto in ottica 4.0, attraverso un’azione di retrofit delle stesse a cui verrà applicata la nuova capsula con tecnologia S.M.A.R.T. integrata. 

Per saperne di più clicca qui.

 

Condividi questo articolo
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di TecnoEdizioni maggiori informazioni

TecnoEdizioni utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o premendo su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi